Per migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito web utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo. Per saperne di più, consulta la nostra Cookie Policy.

 

DentroUnQuadro Intervista a Elena Ariosto su #psicologia #alimentazione #peso #disagio //www.dentrounquadro.it/interviste/intervista-a-elena-ariosto

  • partner-maffialife
  • partner-dna
  • partner-buenvivir
  • partner-aicca
  • logo-semp-mindful
  • logo-articolo-4
  • LogoRotaryBergamoBanner

btn-forum  btn-donazioni


L’inizio di un’avventura brucia sempre di emozioni intense.
Ci si ferma un attimo, si trattiene il respiro. Ed è come avere in bocca una caramella frizzy: un’invasione di bollicine.

Dentro un quadro ha avuto la fortuna, nei mesi scorsi, di godere del sostegno di tante persone. Che adesso vorremmo abbracciare forte, almeno la metà di quanto hanno fatto loro con noi.

In ordine sparso:

Un abbraccio va a Maffialife, che ha ideato e realizzato questo sito meraviglioso con una professionalità, una competenza e una pazienza che fatichiamo a descrivere. E mettendoci passione.
Un abbraccio ad Alessandra Tedeschi e a Buen Vivir, per la presenza concreta, intensa, calda, generosa. Instancabile.
Poi all’Avv.to Elena Leardini, per tutti i puntini che ha messo sulle “i” e per averci creduto prima di quanto desiderasse, prendendosi pure la briga di ammetterlo e di salire subito sul treno.
Alla Dott.ssa Daniela Iattoni, commercialista, per la cura del dettaglio, gli interrogativi sempre dietro l’angolo, il lavoro certosino, lo sguardo silenzioso e sempre incredibilmente attento.
Un abbraccio al Dott. Gianfranco Argentin e alla Dott.ssa Elisa Colombo di BPM – Banca Popolare di Milano, che ci hanno accompagnati dritti nella filiale prescelta, con tanto di tappeto rosso e con più di un pizzico di simpatia.
Un abbraccio a Diesis Group, per essere sceso in campo insieme a noi concedendo consigli utilissimi e guidandoci nei passi. Mai uno scoraggiamento (ma questo è tutto merito di Plinsky, ne siamo certi).
Un abbraccio a Edward Callus, Milly Quadri, Giovanna Campioni di Aicca Onlus – Associazione Italiana Cardiopatici Congeniti Adulti, che si sono ritagliati un posto, scrutandoci curiosi e fiduciosi.
A Elvis Meneghel, per averci regalato quello che è il nostro logo e per il sostegno iniziale.
Poi a Gianni Liotti, Bruno Bara, Silvia Giacosa, Adriana Pelliccia, Giorgio Rezzonico, i nostri primi intervistati, che ci hanno ascoltati e hanno deciso che sì.
Un abbraccio ad Angelo Formica, per aver accettato la sfida tirando fuori dal cassetto Uomo alla finestra e credendo fermamente che Dentro un quadro fosse il posto giusto.
A Centro Terapia Cognitiva di Como e ad A.M.I.S.I – Associazione Medica Italiana per lo Studio dell’Ipnosi, per la calda accoglienza, per gli incoraggiamenti, per i consigli utilissimi.
A Luca Pievani, membro del Direttivo SITCC Lombardia (Società Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva), per l’affetto e per la presenza viva.

Un abbraccio ai nostri Soci Sostenitori – Carlo Ghilardi, Monica Barzaghi, Cristina Clemente, Dalila Avitto, Samantha di Geso – che sono saliti in corsa, tirando su le maniche e rinforzando al momento giusto la squadra del Direttivo.

Un Direttivo che ringrazio e stringo forte, adesso, a titolo personale.
Per aver accettato la sfida di lavorare guardando sempre in su.
Per aver ciascuno odiato profondamente e amato profondamente quanto si stava costruendo, come succede con le cose preziose, quelle che ti picchiano in pancia chiedendoti ogni volta risposte che non possono essere bugie.
E per essersi ciascuno appropriato del suo pezzo al 100%, mettendoci anima e passione.
Dentro un quadro non sarebbe quello che è, senza di loro.

Un abbraccio e un ringraziamento personale vanno inoltre a Mauro Grimoldi, Presidente OPL, per la stima, la curiosità e gli incoraggiamenti con cui mi accompagna sempre.
Poi a un Innominabile Schietto e Disinteressato, che mi ha ascoltata e “Non è così che funziona, non funzionerà” – “E cosa vorreste fare, sentiamo.” – “Ma non è così che funziona. Ma figurati.” – “E come pensate di arrivarci?”, e infine “Lavorateci. Il sistema non tiene, ci vuole un’alternativa. Sarà dura, lo sai?”.
Poi ad Annamaria T., quisquilie personalissime. Da qui al nostro prossimo anno palindromo troverò un modo per farle arrivare almeno un’unghia, pure tagliata male, dell’affetto che merita.

Infine, un abbraccio ai miei pazienti - quelli del mio studio privato e quelli dei reparti di Cardiochirurgia Congenita, Cardiochirurgia Acquisita e Terapia intensiva dell’I.R.C.C.S Policlinico di San Donato Milanese – che mi insegnano ogni giorno la loro vita, con il coraggio tagliente di chi accoglie il rischio del cambiamento consentendomi di esserci, nei loro andirivieni di intensità interiori.
Dentro un quadro, il mio pezzo, è dedicato a loro.


Serena Basile
Presidente – Ass.ne Dentro un quadro

Video: http://www.youtube.com/watch?v=nbgqdyN4-I4

“Somewhere over the rainbow.” E. Y. Harburg

faresolidale