Per migliorare la tua esperienza di navigazione, questo sito web utilizza i cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti al loro utilizzo. Per saperne di più, consulta la nostra Cookie Policy.

 

DentroUnQuadro Intervista a Elena Ariosto su #psicologia #alimentazione #peso #disagio //www.dentrounquadro.it/interviste/intervista-a-elena-ariosto

  • partner-maffialife
  • partner-dna
  • partner-buenvivir
  • partner-aicca
  • logo-semp-mindful
  • logo-articolo-4
  • LogoRotaryBergamoBanner

btn-forum  btn-donazioni

Non negare la violenza contro le donne, primo passo per combatterla

Intervista alla dott.ssa Nadia Muscialini a cura di Laura Ravanelli

Cosa significa fare un intervento con donne che sono all’interno di una dinamica relazionale maltrattante?

Innanzi tutto esserci.
Oltre che ascoltare è necessario credere a ciò che la donna dice, risolvere problemi concreti come allontanare la vittima o il maltrattante, proteggere i figli, fornire cibo e alloggio quando necessario, fornire la possibilità di essere autonome economicamente, elaborare quanto accaduto , ricostruire l'integrità della donna che ha subito maltrattamenti e quindi il futuro.
Significa occuparsi contemporaneamente di chi subisce (donna, figli, familiari, colleghi di lavoro, ecc), e di chi agisce violenza con specifici interventi di controllo ma anche di prevenzione.

Qual è il vissuto emotivo delle donne che alimenta e sostiene una relazione maltrattante?

Una donna vittima di maltrattamenti ha cercato di modificare la situazione nella coppia chiedendo al partner di farsi aiutare, cercando di cambiare lei, chiedendo aiuto.
Dopo che nessuno la sostiene non sa neppure lei di essere vittima.
Prima cosa in emergenza è riconoscere che quanto si sta vivendo e' violenza e maltrattamento.
Il resto viene di conseguenza.

Tra le storie incontrate fino ad oggi, quale le è rimasta più impressa?

Ho la memoria piena di storie. Tutte mi hanno colpito.
Penso sempre di avere visto il peggio ma ogni volta mi devo ricredere.
Ci sono quelle in cui bisogna rammendare strappi e quelle in cui si vede rinascere a nuova vita.
Ricordo tutte le donne e i bambini con cui ho condiviso paure, asciugato lacrime e ricevuto sorrisi.

nadia muscialini

Nadia Muscialini

Psicologa psicoanalista.

Lavora da oltre 20 anni come psicologa per il SSN, occupandosi di problematiche femminili e della famiglia.

È stata responsabile del centro antiviolenza Soccorso Rosa dell'ospedale San Carlo Borromeo di Milano, fino alla chiusura del servizio nel 2015.

Ha pubblicato il testo per le scuole "Di pari Passo. Percorso di educazione contro la violenza di genere", edizione settenove.

 

 

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE

Quali sono le principali realtà pubbliche a cui le persone possono rivolgersi per richiedere un colloquio psicologico (consultori, ospedali, etc.)?